23 marzo 2019 || Laboratorio Naturale dedicato alla pelle

Il prossimo appuntamento con il Laboratorio Naturale avrà luogo sabato 23 marzo alle ore 16.

Sarà di nuovo Fitocomplessa a guidarci nella teoria e nella pratica.

 

La  pelle è un organo che rappresenta il contatto e la protezione, un organo che nasce dallo stesso foglietto embrionale del sistema nervoso centrale e periferico e che quindi ben concentra ed esprime le nostre emozioni

Conosceremo meglio come è fatta la nostra pelle, quali sostanze funzionali possono aiutare e sostenere il fillm idroacidolipidico, un velo protettivo che assicura allo strato corneo elasticità, idratazione, protezione e grazie alla sua composizione chimica aiuta a mantenere costante il ph.

- Nella parte pratica impareremo come rigenerare, nutrire e proteggere la nostra pelle in maniera naturale. Nello specifico vedremo come è composta una crema e quali attivi vegetali possiamo inserivi.  Prepareremo una crema nutriente arricchita di estratti di erbe ed un esfoliante delicato ma efficace, fondamentale per preparare la pelle a ricevere le sostanze benefiche contenute nella crema.

 

Ciascun partecipante avrà a disposizione materie prime e gli strumenti necessari alla realizzazione della crema e dell'esfoliante che riporterà a casa, oltre alle dispense della lezione, che verranno inviate  via email al termine dell'incontro.

 

Vi ricordiamo che per partecipare è necessaria la prenotazione, la quale può avvenire rispondendo a questa email oppure contattando il numero 3291663137 (solo sms o messaggi whatsapp). 
Gli stessi contatti possono essere certamente usati per ulteriori informazioni sul laboratorio!


Il contributo di partecipazione è di 20€. Per partecipare al laboratorio è  necessaria la tessera ARCI 2018/2019.

Fitocomplessa

ovvero Silvia Pietrovanni, nel 2008 scopre quella che diventerà la sua passione: l’erboristeria. Si iscrive alla Scuola triennale per Fitopreparatori del Comune di Roma diplomandosi con il massimo dei voti nel 2011. Prosegue la formazione sia in modo autonomo sia frequentando corsi e seminari, approfondendo l’aromaterapia, i fiori di Bach, i fiori australiani e le terapie vibrazionali. Nel 2016 si specializza in tecniche fitocosmetiche con Sheila Lattaro.
Studia le erbe anche da un punto di vista mitologico e antropologico con particolare attenzione alle tecniche di cura delle herbarie antiche e moderne; oltre allo studio ama la raccolta e la lavorazione delle piante spontanee, che svolge per la cura personale o in modo dimostrativo per insegnare ad autoprodurre in casa molti rimedi quotidiani arricchiti con estratti di piante.
Dal 2011 tiene corsi di avvicinamento all'erboristeria e alla fitocosmesi per adulti e bambini.
È autrice dello spettacolo “Herbarie: le chiamavano streghe”: studio antropologico e storico sulle erboriste medievali condannate come streghe e dei testi dello spettacolo “Le voci delle piante”, passeggiate teatrali sui miti vegetali.